Facebook Instagram Houzz Archi EXPO

 

Lacanche

Se connecter

Attualita

Scopri le ultime pubblicazioni sui nostri account Instagram Lacanche.officiel e lacanche_italia

Lacanche: "Entreprise du Patrimoine Vivant"

Lacanche ha ricevuto la certificazione “Entreprise du Patrimoine Vivant” [Impresa del patrimonio vivente] (EPV), marchio di riconoscimento conferito dal ministero francese dell’economia e dell’industria, che contraddistingue le imprese francesi con savoir-faire artigianale e industriale d’eccellenza.

> Scopri di più sulla società Lacanche

3 nuovi colori!

La gamma delle Cucine Lacanche  si espande con tre nuovi colori smaltati:

Corallo blu
Verde lime
Quarzo rosa

E ' ora possibile scegliere tra 23 brillanti colori smaltati.

Vedi tutte le tonalità nel configuratore

Scopri i 3 nuovi colori Lacanche

La gamma delle Cucine Lacanche  si espande con tre nuovi colori smaltati:

- Grigio Porcellana
- Verde Oliva
- Rosso Ciliegia.

E ' ora possibile scegliere tra 20 brillanti colori smaltati.

Vedi tutte le tonalità nel configuratore

Bocuse d'Or

Nel 2011 Lacanche è stata tra gli sponsor del concorso internazionale di cucina intitolato al celebre chef francese, che è stata vinta dal danese Rasmus KOFOED. Al concorso, che si disputa dal 1987, hanno partecipato 24 chef provenienti da tutto il mondo, precedentemente selezionati nel corso di gare a livello continentale. La finale del “Bocuse d’Or” si svolge all’Eurexpo, vicino a Lione, durante la Sirha, fiera internazionale del settore gastronomico, alberghiero e alimentare che si tiene nel mese di gennaio degli anni dispari. Il vincitore viene scelto da una giuria composta da chef di grande fama, dopo l’assaggio di due creazioni  – una di pesce e una di carne – di ciascun concorrente.
Il premio ha fatto da trampolino di lancio a molti cuochi entrati ormai nell’Olimpo della gastronomia: ricordiamo ad esempio Jacky Fréon (Bocuse d’Or 1987), Michel Roth (Bocuse d’Or 1991), Régis Marcon (Bocuse d’Or 1995), Yannick Alléno (Bocuse d’Argent 1999), François Adamski (Bocuse d’Or 2001), Serge Vieira (Bocuse d’Or 2005) e Fabrice Desvignes (Bocuse d’Or 2007).